Il Centro lavora in rete con le strutture socio-sanitarie locali e con le scuole del territorio per la realizzazione di progetti di prevenzione. Il coinvolgimento dei servizi presenti sul territorio consente di lavorare in maniera coordinata, personalizzando l’intervento e avendo così l’opportunità di utilizzare nella maniera più efficace le risorse interne e attivare al meglio quelle esterne.

Una modalità particolarmente efficace di attivazione della rete ha a che fare con l’organizzazione di incontri di formazione sul riconoscimento precoce delle situazioni a rischio, con il coinvolgimento dei professionisti del settore sanitario quali Pediatri di Libera Scelta, Medici di Medicina Generale e tutti gli operatori che lavorano presso i servizi socio-sanitari. Gli incontri sono funzionali alla strutturazione della rete di collaborazione per l’invio tempestivo dei casi a rischio di sviluppo di disturbo alimentare e per il supporto dei nuclei familiari che presentano difficoltà nella gestione delle tappe di sviluppo.

Si attivano inoltre collaborazioni con enti, istituzioni e associazioni di tutto il territorio regionale, allo scopo di diffondere la conoscenza delle problematiche connesse con i disturbi alimentari, favorendo la diagnosi precoce e l’intervento tempestivo, che permettono di ridurne l’impatto dannoso e migliorarne la prognosi.

Sono infine curate le relazioni con le principali istituzioni e con studiosi e professionisti del settore in ambito nazionale, allo scopo di creare preziose occasioni di scambio, formazione e divulgazione relative alle più importanti esperienze di intervento e cura dei disturbi alimentari, realizzando così una rete di conoscenza e studio che permetta di essere sempre al passo con le più recenti acquisizioni del settore.